BIO

PAINTiNG_FIAT

Willow, all’anagrafe Filippo Bruno, è nato nel 1978 a Milano e si è diplomato presso la Scuola del Fumetto e Illustrazione di Milano nel 2000.

Ha collaborato con case editrici, agenzie pubblicitarie e aziende produttrici di gadgets e articoli da collezione e design (www.filippobruno.it)

Affermatosi nel panorama artistico italiano con lo pseudonimo Willow, realizza opere in pieno stile neopop collaborando con gallerie d’arte e aziende di design in Italia e all’estero.


Willow was born in 1978 in Milano and he graduated in 2000 at the Comics and Illustration School in Milan. 

He collaborated with publishing houses, advertisement agencies and with his graphic work and also with gadgets and design objects business (www.filippobruno.it). 

Established in the Italian artistic scenario with the nickname Willow, he realizes neopop artworks collaborating with art galleries and Italian and foreing design companies. 


Mob. 338. 2584510
E-mail: willow@sbadabam.com


Clicca qui per scoprire le gallerie che ospitano le opere di Willow
Click here to discover galleries dealing Willow

Clicca qui per scoprire le mostre di Willow
Click here to discover Willow’s shows

 


Willow, Rosso Calatino

Willow, Rosso Calatino

Testo critico a cura di Aldo Torrebruno e Anna Epis.

Willow ci trasporta in un mondo parallelo, densamente abitato e popoloso, fatto di colori piatti e di un segno grafico preciso, lineare, senza interruzioni, dove ogni elemento ha le sue linee chiuse – ma comunque c’è spazio per tutti! Questo mondo è abitato da esseri molto particolari, a metà tra il microorganismo e il virus, che si “parlano”, attraverso i baloons, ma senza utilizzare le onomatopee codificate del fumetto, quanto piuttosto attraverso suoni che finiscono per identificare, nominare e definire l’essere che lo pronuncia.

In questo mondo densamente popolato, non mancano le sfide sociali, ed è interessante vedere come in un moto di ribellione all’ordine costituito, siano gli esseri più piccoli a protestare contro i maggiorenti tentacolati che rimangono afasici davanti a tale arditezza verbale. Le immagini che Willow ci propone sono apparentemente ludiche, ma grazie alla serietà di fondo – anche formale – che le caratterizza, sono dotate di indubbia forza comunicativa e di grande, divertente fascino.


Presentation by Aldo Torrebruno and Anna Epis

Willow takes us in a parallel, densely popolulated world, made of plain colours and a precise, linear, continuous drawing, where each component has got its close lines – but in any case therer’s some space for everyone! This world is populated by very particular beings, midway between micro-organisms and virus, who talk to each other by means of balloons; they don’t express themselves by using comic strip’s coded onomatopoeias, but rather by emitting sounds which identify them.

In this overpopulated world social challenges don’t lack and it’s interesting to see how in a rebellion to the established order the littlest beings are those who remonstrate against the tentacled leading figures who are afasic before such verbal boldness.

The images that Willow show us are seemingly ludic, but thanks to the underlying formal seriousness which characterizes them, they are endowed with undoubted communicative power and a great, amusing glamour.

 

(Visited 1.685 times, 1 visits today)

Comments

comments

One Responseso far.

  1. Shaune L. Jones ha detto:

    Awesome work!!!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Facebook